• Speciale – Balafon Film Festival XXXII

    Bari, 8-11 Novembre 2022

    Nelle giornate dall’8 all’11 Novembre il Cinema Esedra di Bari ha ospitato la XXXII edizione del Balafon Film Festival; fondata nel 1980 dal presidente del Centro Interculturale Abusuan Koblan Amissah Bonaventure, e derivando il proprio nome da uno strumento musicale dell’Africa occidentale, la rassegna si qualifica come festival di Arte e Cultura Africana della Diaspora Nera, con l’intento di dar voce alla storia, alla cultura e alla realtà attuale dei popoli africani nel mondo. Numerosi gli enti dietro l’organizzazione, dalla Comunità di Corte Altini insieme ad ACLI Puglia e Missionari Comboniani, all’Associazione Murattiano e alla CGIL-Bari; vi si associano Alliance Française e l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, la Fondazione Migrantes e Apulia Film Commission; il Comune di Bari e la Regione Puglia offrono infine il loro patrocinio.

    Fabio Cassano

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Weird: The Al Yankovic Story

    Per decenni l’attività musicale di “Weird” Al Yankovic ha costituito materia per pochi: erede spirituale di Frank Zappa e noto per le sue demenziali parodie di brani pop, il musicista e comico californiano vive oggi una nuova e trasversale popolarità, al culmine una carriera che ha riflesso obliquamente l’evoluzione della cultura pop dagli anni Ottanta ai giorni nostri; pare dunque dovuto raccontarne le gesta in un biopic, genere di nuovo in voga grazie a successi come Bohemian Rhapsody.

    Una biografia di Weird Al non può e non deve tuttavia essere ordinaria: a un artista che ha fatto della parodia e della stravaganza la propria cifra – a dispetto di un vissuto più che mai prosaico – spetta una narrazione consapevole; è così che lo stesso Yankovic unisce le forze con Eric Appel – a lungo regista per il canale YouTube Funny or Die – per scrivere una pseudo-autobiografia esagerata, citazionista e autenticamente parodistica.

    Fabio Cassano

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Qatar 2022: via ai Mondiali, tra critiche e polemiche

    Qatar 2022: via ai Mondiali, tra critiche e polemiche

    Il Qatar ospita il più grande spettacolo di calcio del pianeta del 2022, l’evento quadriennale in cui le stelle più seguite al mondo come Cristiano Ronaldo, Leo Messi, Kylian Mbappé, Neymar e Harry Kane sono pronte ad accendersi. Il trofeo della Coppa del mondo maschile FIFA è di nuovo in palio, quattro anni dopo l’edizione in cui la Francia si è seduta sul gradino più alto del podio.

    La posta in gioco è più alta che mai, con Nazionali affamate come Brasile, Belgio, Argentina, Inghilterra, Germania, Portogallo, Senegal, Corea del Sud e molte altre che puntano alla gloria e a scrivere una nuova pagina della storia del calcio.

    La Coppa del Mondo di calcio 2022 in Qatar ha preso il via domenica 20 novembre 2022 e durerà fino a domenica 18 dicembre. È il primo Mondiale FIFA maschile che non si svolge nell’estate dell’emisfero settentrionale, e si tiene alla fine dell’autunno e all’inizio dell’inverno nella regione del Golfo Persico.

    Tabellone Mondiali di calcio 2022: gruppi della fase a gironi

    Le squadre partecipanti al torneo sono state sorteggiate in otto gruppi per la prima fase del torneo. Ci sono quattro squadre in ogni gruppo e i paesi giocheranno una volta contro le altre squadre dello stesso girone. I vincitori riceveranno 3 punti, 1 punto per squadra in caso di parità, mentre i perdenti non riceveranno alcun punto.

    Al termine della fase a gironi, le prime due squadre con il maggior numero di punti di ciascun gruppo si qualificano per i turni a eliminazione diretta della fase successiva, a partire dagli ottavi di finale.

    Francesca Annalisa Lavista

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Basket, Serie D: ASD Mediterranea Cerignola, ko interno contro Sportilia Bitonto

    Basket, Serie D: ASD Mediterranea Cerignola, ko interno  contro Sportilia Bitonto

    Niente da fare per la giovanissima squadra cerignolana. L’ASD Mediterranea ha ospitato nel pomeriggio di domenica 20 novembre alle 18:00, la formazione dello Sportilia Bitonto per la 5^ giornata di andata del campionato regionale di Serie D.

    La squadra cerignolana arriva orfana di alcuni dei suoi giocatori (Antonio Marano; Cesare Clemente), ma comunque decisa a disputare un’ottima partita davanti ai numerosi tifosi del Pala Tatarella.

    Coach Digiorgio scende in campo con i titolarissimi: Domenico Rizzi, Francesco Tricarico, Pietro Rinaldi, Andrea Digiorgio e Nicolò Ciffo.

    I ragazzi di coach De Bellis sono costretti a inseguire i padroni di casa sin dalle prime battute. I gialloblu dominano il primo quarto, e piegano gli avversari grazie alle triple di Tricarico e dai centri di Rinaldi. Il time-out di coach De-Bellis mette tutti d’accordo, e la squadra barese si rifà sotto. I gialloblu chiudono comunque il primo quarto avanti. 15 – 10.

    Francesca Annalisa Lavista

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Stefania Auci e la saga dei Florio

    La saga dei Florio, articolata nei due romanzi I Leoni di Sicilia (Casa Editrice Nord, 2019) e L’inverno dei Leoni (Casa Editrice Nord, 2021), ad opera della scrittrice siciliana Stefania Auci, rappresenta uno dei casi letterari degli ultimi anni.

    La potente famiglia di imprenditori siciliani che dominò la vita economica, politica e culturale italiana tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, è presentata all’attenzione del lettore moderno fin dal suo arrivo a Palermo dall’originaria Calabria nei primi anni del XIX secolo, quando in cerca di fortuna i fratelli Ignazio e Paolo Florio si trasferirono nella bellissima città – mirabilmente descritta – che li trattò da stranieri, ma che finirono per conquistare.

    La scalata economica e sociale dei Florio, narrata attraverso l’analisi delle diverse figure che si alternano nelle generazioni e raggiunta mediante geniali intuizioni di mercato ed abili matrimoni, porterà gli uomini e le donne di questa famiglia fino al punto più alto del successo a intrecciare i loro destini con quelli della Nazione, a crogiolarsi nella ricchezza dimenticando quasi le proprie origini, ma anche a precipitare infine in maniera drammatica con una caduta tanto più rovinosa in quanto era vertiginosa proprio la vetta raggiunta.

    Vittoria Caiazza

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Luca Di Gialleonardo, giallista per destino 

    Luca Di Gialleonardo, nomen omen.  Tenendo fede al suo cognome scrive gialli. Cresciuto nella scuderia di Franco Forte, ha pubblicato numerosi ebook per Delos Digital; è arrivato in finale al Premio Urania e al Premio Tedesci. Nel 2017 un suo romanzo breve, Big Ed, è confluito nel Giallo Mondadori collettivo Lo sguardo del diavolo, ibsieme con Andrea Franco (Premio Tedeschi 2013) e Manuela Costantini (Premio Tedeschi 2014). Dettagli anagrafici: l’autore è nato a Teramo il 31 ottobre 1977, ha vissuto in diversi luoghi d’Italia e da tempo abita con la famiglia a Roma. Da poco è uscito nelle librerie il suo romanzo per ragazzi La mummia scomparsa (Gallucci Editore), prima avventura dei Fuoriposto. 

    Parlami del tuo libro per ragazzi “La mummia scomparsa” (senza spoilerare, naturalmente).

    La serie “I Fuoriposto” parte da una sensazione che tanti di noi hanno provato da giovanissimi e che qualcuno prova   anche da adulto: il non sentirsi a proprio agio nel “posto” che ci è stato assegnato.

    Kenji Albani

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • 11. La chance

    «È venuto il momento di reagire.» 

    Gli uomini ascoltavano Mr. TNT. 

    «Non possiamo più continuare a subire, non è possibile che ogni nostro progetto sia intralciato dall’NKVD, e se riesce, viene sminuito a nulla,» Batté un pugno. 

    Gli uomini si scambiarono delle lunghe occhiate cariche di tensione. 

    Igor si schiarì la voce. «Cosa intende fare?» 

    Mr. TNT non disse niente. Prese da un cassetto una foto.

    Occhiali, espressione da gelido burocrate, un po’ pelato. Etnia: mingreliano. 

    Igor annuì. «Proprio lui». 

    Kenji Albani

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Un Cappuccino in libreria

    Addio Emanuela. La vera storia del caso Orlandi. Il sequestro, i depistaggi, la soluzione Maria Giovanna Maglie (Piemme 2022)

    Libro inchiesta uscito recentissimamente per Piemme, affronta in maniera ampia e particolareggiata uno dei casi di cronaca più controversi e misteriosi degli ultimi decenni, il caso Orlandi.

    La scomparsa della giovane Emanuela, cittadina vaticana, avvenuta a Roma nel giugno del 1983 ha intriso di sé alcune delle pagine più buie della più recente storia italiana: i misteri vaticani, la figura enigmatica di Alì Agca, la Banda della Magliana, il crack del Banco Ambrosiano…tutto questo attraverso depistaggi e falsi indizi che per quasi quarant’anni hanno dato vita ad un avvicendarsi di sospetti, indagini e presunte responsabilità che non hanno però mai portato al ritrovamento concreto della ragazza.

    L’ultima notte di Raul Gardini Gianluca Barbera (Chiarelettere 2022)

    Interessante romanzo giallo che ripercorre, attraverso l’inchiesta portata avanti dal protagonista, il giornalista Marco Rocca, la vicenda umana di Raul Gardini, trovato morto il 23 luglio 1993 nella sua camera da letto di Palazzo Belgioioso a Milano.

    Potente uomo d’affari, protagonista delle cronache di quegli anni, capo dell’impero finanziario Ferruzzi e Montedison, appassionato di vela e vincitore di numerose regate con il suo Moro di Venezia, Raul Gardini muore in circostanze misteriose e mai chiarite alla vigilia dell’incontro con il pm Antonio Di Pietro, che nell’ambito dell’inchiesta Mani pulite che sconvolse l’Italia politica e finanziaria dei primi anni Novanta lo aveva convocato per ascoltarlo in merito alla maxitangente Enimont.

    Le notti della peste Orhan Pamuk (Einaudi 2022)

    Ultimo lavoro del grande scrittore turco Orhan Pamuk, Premio Nobel per la Letteratura 2006 – primo autore turco a ricevere il prestigioso Premio – questo libro riconferma il talento e la bravura che i suoi lettori hanno già potuto apprezzare nei numerosi e bellissimi romanzi precedenti.

    Con un ritmo lento ma coinvolgente, fortemente introspettivo, viene narrata la storia di Bonkowski che sbarca sulla piccola isola di Mingher per trovarvi poi la morte.

    E’ il 1901 e su quell’isola imperversa una devastante epidemia di peste: Bonkowski è un dottore, specialista in malattie infettive, e viene mandato dal Sultano per cercare di combattere il morbo.

    I grandi classici

    Canne al vento Grazia Deledda 1913

    Capolavoro indiscusso della scrittrice sarda Grazia Deledda (Nuoro, 1871 – Roma, 1936), Premio Nobel per la Letteratura 1926, Canne al vento resta ancora oggi uno dei romanzi più moderni per linguaggio ed introspezione e rappresenta una vetta altissima del nostro intero panorama letterario.

    Pubblicato nel 1913 prima a puntate su L’illustrazione Italiana e poi qualche mese dopo in volume per l’editore Treves di Milano, narra la storia di Efix, servo devoto e fedele delle tre sorelle Pintor – Ruth, Noemi ed Ester – e della decadenza che ha travolto l’antica famiglia ed alla quale sembra contribuire con un ultimo atto il giovane Giacinto, nipote delle tre donne ed idolatrato dalle stesse, che con la sua dissolutezza le manda in rovina.

    Vittoria Caiazza

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Ugo Gangheri & Nomadìa – A via d’o tiempo (Timestreet)

    A’via d’o tiempo è quell’ancora, quel baluardo di umanità intriso di arte, storia e musica. Un cuore temporale, pensato come un percorso di terrenità, aggregazione, condivisione. Gangheri imprime i suoi caratteri, i suoi tasselli musicali nell’immagnazione di chi scolta. Dignità, comunità, libertà, a ogni latitudine e in ogni emisfero.”

    Sergio Cimmino

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/

  • Giornata della Libertà, Meloni: Kiev lotta contro una brutale aggressione

    9 novembre 1989, caduta del muro di Berlino. Per il popolo della Germania orientale è la fine del regime comunista: oltre la porta di Brandeburgo, si aprono le porte per la riunificazione con i fratelli dell’Ovest. Ma in realtà finiva o stava per finire un’era – quella appunto dell’oppressione sovietica – per  tutta l’Euro

    pa dell’Est. Nel 2005 il governo italiano (Berlusconi II), con la legge 61/2005 del 15 aprile volle consegnare alla memoria civica collettiva quel giorno elevandolo al rango di giornata celebrativa. 

    Di seguito il primo comma della legge istitutiva della ricorrenza: 

    “La Repubblica italiana dichiara il 9 novembre «Giorno della libertà», quale ricorrenza dell’abbattimento del muro di Berlino, evento simbolo per la liberazione di Paesi oppressi e auspicio di democrazia per le popolazioni tuttora soggette al totalitarismo.”

    Gianluca Vivacqua

    Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2053532#/