7. Battaglia senza quartiere

Igor batteva i denti.

«Paura… o freddo?». Mr. TNT era sornione.

«Nessuno dei due».

«Ma non dire menzogne. Stai tremando!». Mr. TNT scoppiò in una risata.

«Diciamo che non sono abituato».

«Forse intendi a tutti questi rischi?». Mr. TNT allargò le braccia. «Mi dispiace, ma siamo in mezzo a una guerra». Indicò i laghi ghiacciati, le macchie di vegetazione innevata, il cielo plumbeo.

«Diciamo che intendo a una battaglia».

Prima che Mr. TNT potesse dire o fare qualcosa, da dietro delle betulle arrivarono dei soldati con la stella rossa. «Dovete venire con noi». Stavano avvicinandosi a loro due che da un cespuglio partì una raffica.

Le pallottole si abbatterono sui sovietici i quali morirono urlando, ma ce n’erano molti altri dietro.

Mr. TNT strattonò per una manica Igor. «Vieni, scappiamo».

L’idea di attraversare a piedi il lago ghiacciato era da escludersi: anche se era pieno dicembre, non si sapeva mai.

Presero un sentiero ma dei finlandesi li bloccarono. «Italiano, ci interessi».

«Non ho nulla da dirvi». Mr. TNT gli esibì di fronte una smorfia.

«Non è importante, lo dirai ai nostri superiori». Protesero verso di lui le mani.

Igor spianò il braccio armato di Tokarev TT33 e fece fuoco.

Kenji Albani

Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2037688#/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: