Elvis, leggenda e rivoluzione

Per capire la rivoluzione sessuale e culturale che arrivò grazie a Elvis, bisogna scavare nelle sue radici blues.  Tupelo, sul Delta del Missisippi ,da sempre era una delle capitali della musica del diavolo. B.B King, W.C. Handy, Robert Johnson,Muddy Waters:  la cittadina era un  crossover  di anime e culture, dove risuonavano canti afro e spirituals . Nel grembo della chiesa , tra i suoi riti e le sue celebrazioni, è nato il mito del blues. La domenica  a messa ci si poteva imbattere in  esibizioni di miti come Sister Rosetta Tharpe, Aretha Franklin o Big Mama Thorton. Elvis fu, per antonomasia, colui che unì stili e generi diversi. Muddy Waters diceva che tutto derivava dal blues: Elvis fu uno dei suoi tanti grandi frutti. Un predestinato sulla scia del successo mondiale, capace di unire country, r’n’b e blues. Era folle Elvis, una stella oscura, su cui vegliava Jessie, il fratello gemello morto alla nascita. A soli 22 anni, nel 1955, ottiene un contratto dalla Sun Records. L’anno miliare della nascita del rock’n’roll. That’s all rights Mama, il primo successo discografico e radiofonico. Nei primi anni arrivano le cover dei grandi del blues, Hound Dog e Blue Suede Shoes. Di quel giovanotto di Tupelo parlano in tutta America. Ma una rivoluzione era pronta a stravolgere la cultura americana. Elvis capì che nelle movenze, nell’ancheggiare, nella sessualità, risiedeva e bruciava il sacro fuoco. Era una rivoluzione dentro una cultura ancora perbenista e bacchettona, oltre che segregazionista e razziale. Nelle chiese iniziarono a definire quella musica e suoi seguaci “figli del diavolo”. Elvis era provocatorio, irriverente, un animale da palcoscenico. Le ragazze ardevano per le sue movenze. La femminilità iniziava a liberare le sue catene e le  teenager iniziavano ad avere il coraggio di  affrontare i pregiudizi.

Sergio Cimmino

Leggi di più al link https://madmagz.com/magazine/2040458#/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: